Il Masterchef Stefano Callegaro a La Casa di Miss Italia

Veneto, ex agente immobiliare e quarto Masterchef italiano, Stefano Callegaro si è fatto conoscere al grande pubblico grazie alla trasmissione TV che lo ha visto trionfare nel 2015.

Occhi magnetici e braccia tatuate, l’abbiamo incontrato nel salotto de La Casa di Miss Italia prima del suo cooking show, dove abbiamo parlato di Miss, di ricette e di cucina ma, soprattutto, Stefano ci ha confessato di sentirsi finalmente se stesso, perché oggi può esprimersi attraverso ciò che ama di più: cucinare.

È la prima volta che vieni a Miss Italia? Che atmosfera si respira?
Sì è la prima volta, e devo dire che è tutto molto bello. È un bell’ambiente, e poi non dimentichiamo che Miss Italia è un’istituzione nel nostro Paese, un pezzo di storia del costume, e meno male che ha resistito nel tempo, che la sua tradizione è sopravvissuta ai cambi generazionali.

Come ti sembra La Casa di Miss Italia?
È una grande area hospitaliy, dove nulla è lasciato al caso, potrei dire che c’è una cura del dettaglio quasi maniacale: il luogo veramente ideale per staccare, per riposarsi dalla fatica e concedersi un po’ di relax che, immagino, in questo contesto sia difficile trovare.

Quest’edizione del Concorso ha visto un’importante novità, Miss Italia Chef, hai seguito la trasmissione?
Sì, è stato un bel format, ed era anche ora che si sfatasse il luogo comune che una ragazza taglia 38 non possa essere brava in cucina. Simone (Rugiati, ndr), poi, oltre ad essere un bravissimo chef è anche un grande amico. Credo che non poteva essere fatta scelta migliore, perché lui ha la verve, è bravo, sa essere simpatico e, forse, provo anche un po’ di sana “invidia” per lui… mi sarebbe piaciuto essere al suo posto in questa situazione.

Tornando alle donne in cucina: cosa ne pensi?
Dico che le donne battono noi uomini 10 a 0 perché sanno essere più creative, precise, meticolose. Se nel mondo food può sembrare che vi sia una “supremazia” al maschile, è solo perché, a volte, le donne potrebbero sentirsi frenate dal lato fisico e pesante di questo mestiere che, credo, se solo fosse un po’ più leggero, potrebbe tranquillamente tingersi di rosa. Non dimentichiamo che, comunque, nonostante tutto, moltissime donne si sono affermate come grandi chef, perché sono più brave degli uomini, è la verità.

Oggi sei protagonista di un cooking show qui a La Casa di Miss Italia: qual è il tuo segreto in cucina?
Le materie prime di qualità. Con una buona pasta, un burro buono e un pepe “ricercato” anche una semplice pasta al burro può diventare gourmet.

E del piatto preparato nel cooking show che ci racconti?
Si tratta di un piatto semplice, che tutti possono replicare perché, secondo me, in questi contesti, proporre al pubblico piatti difficili da rifare è solo un eccesso di ego. Con un quarto d’ora e pochi semplici ingredienti, invece, si può preparare la tartare di gambero rosso che ho raccontato oggi nella cucina de La Casa di Miss Italia.
È un piatto freddo, ideale per una cena veloce o un aperitivo, a base di gambero rosso di Mazzara del Vallo, estratto di bergamotto, una “panzanella” che è quasi più una pappa al pomodoro, e la burrata de La Golosa, perché ci tengo anche a sfatare questo tabù dell’abbinamento pesce-latticini, perché invece pochi sanno che è un binomio vincente.

L’ingrediente che non deve mancare mai in cucina?
Sicuramente le spezie: una valida alternativa al sale che, insieme alle erbe aromatiche, regalano ai piatti delle sfumature speciali, capaci di rendere un piatto straordinario.

Amabile Amato

Articoli correlati